Cosa cucinare nella terracotta: 5 facili e gustose ricette

In questo articolo vi spiegherò cinque facili ricette per approcciarsi alla cottura lenta nelle pentole di terracotta.

La terracotta è un materiale amico del benessere e della cucina purché sia prodotto da artigiani e aziende serie che usano le migliori materie prime.

Come ho spiegato nel mio precedente articolo meglio evitare pirofile smaltate se non se ne conosce la provenienza.

Ricetta di Daniela Squeo nella mia ceramica (foto di Daniela)

La terracotta è un materiale che ancora oggi viene largamente utilizzato per la realizzazione di pentole da utilizzare su fiamma non diretta.

Oltre a esaltare il sapore degli ingredienti, la terracotta è particolarmente apprezzata anche perché consente di cucinare in modo naturale

Durante la cottura nella terracotta il cibo si mantiene a temperatura uniforme e costante preservandone profumi e sapore.

Le pentole in terracotta, sono ideali per la cottura lenta e a fuoco basso, e si prestano alla preparazione dei cibi più disparati come i sughi, gli stufati, le zuppe e i minestroni di verdura.. Addirittura sfiziosi dessert!

La terracotta continua la cottura dei cibi anche a fuoco spento una volta che si è riscaldata.

Ci sono diverse accortezze però da tenere presenti. Tra cui l’uso esclusivo per la categoria di alimento e il lavaggio senza detersivi e importantissimo è l’uso del coperchio. Per maggiori info click qui

Con questo metodo è difficile parlare di tempistiche precise perchè ci sono molti fattori che influenzano la velocità di cottura. All’inizio armatevi di pazienza e fate diverse prove per capire come regolarvi. Vedrete che una volta imparato, vi appassionerete alla cottura lenta.

Meglio partire da verdure dal taglio piccolo così che le tempistiche si possano accorciare.

Zuppa di calamari e piselli (o ceci) a cottura lenta

Alimenti ancora crudi, ecco come disporli dentro la pentola: legumi in fondo se ceci, in cima se piselli, pesce e sopra spezie e verdure varie

Tempo medio cottura: 2h 30m

In questa ricetta al pesce si abbinano benissimo sia i ceci che i classici piselli, conviene provare entrambe le varianti.

Se si utilizzano i ceci ricordiamoci di cuocerli precedentemente. Importante è tenerli in ammollo il tempo necessario e cuocerli, meglio se in pentola a pressione, con l’accortezza di togliere tutta la schiuma che faranno all’inizio. Questa è la modalità per rendere i legumi sani e digeribili.

Ingredienti

  • 2 calamari grandi puliti o 6 piccoli
  • 200 g di ceci cotti o piselli
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • pomodorinI freschi o essiccati a piacere
  • 1 cipollotto
  • aglio a piacere
  • 200 ml di brodo di verdure o acqua
  • rosmarino e curcuma qb
  • Sale pepe, peperoncino, curcuma q.b
  • Batata (opzionale)

Procedimento

  1. Pulire i calamari
  2. Sminuzzare il cipollotto, le carote e il sedano, facendo particolare attenzione a non lasciare troppo grandi i pezzi di verdura
  3. Tagliare i calamari e i loro tentacoli a striscioline
  4. Far soffriggere  in padella, se si vuole un gusto più intenso, gli odori precedentemente tritati con un cucchiaio di olio e aggiungendo un rametto di rosmarino.
  5. Aggiungere nella pentola in terracotta i calamari, 200 ml di brodo di verdure calde, i ceci o piselli, il sale e il pepe.
  6. Cuocere per almeno 2 ore e mezza.
  7. A cottura ultimata spegnere la fiamma e servire ancora calda o lasciando raffreddare a temperatura ambiente.
  8. I ceci gia cotti possono essere messi nella pentola con i calamari o essere aggiunti a fine cottura. Otterremo due risultati simili ma diversi.
  9. La batata opzionale serve per dare cremosità al piatto, cuocendo bene si scioglierà e diventerà una crema

Vellutata di zucchine, porri e carote

2h 30m

Con l’arrivo dell’estate arrivano le prime zucchine quindi vi propongo è una vellutata di porri, carote e zucchine. Il gusto dolce delle carote si sposa benissimo con quello dei porri, l’aggiunta di zucchine, invece, aiuta ad aumentare la cremosità al piatto.

Ingredienti

  • 300 g di carote
  • 2 porri
  • 250gr zucchine
  • 2 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiai di olio
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • curcuma qb
  • 400 ml di acqua

Procedimento

  1. Per prima cosa sbucciamo e tagliamo a pezzi le carote, affettiamo il porro elimininando lo strato più esterno e le parti più dure e sminuzziamo l’aglio.
  2. Facciamo soffriggere i porri e l’aglio in una padella e dopo un paio di minuti aggiungiamo le carote e a seguire le zucchine e continuiamo a soffriggere per un altro minuto.
  3. Trasferiamo gli ingredienti nella pentola in terracotta, copriamo con 400 ml di acqua calda o brodo.
  4. Trascorso il tempo di cottura,  quando le carote saranno ben morbide, passiamo il tutto con un frullatore ad immersione (o eventualmente con un normale frullatore), aggiungiamo il sale, il pepe e il succo di limone.
  5. Se dovesse sembrarvi troppo liquida, potete farla bollire per pochi minuti per restringere i liquidi in eccesso
  6. Ottimo accompagnamento sono le schiacciatine integrali di avena

Riso venere merluzzo e zucchine

1h 30m

Ingredienti

  • 300 ml di brodo
  • 200 g di riso venere
  • 200 g di zucchine
  • 250 g di merluzzo (in alternativa gamberi)
  • Olio, sale e pepe q.b.

Procedimento

  1. Mettere il riso nella pentola insieme al brodo e mescolare, salare in base alla sapidità del brodo scelto.
  2. A parte tagliare le zucchine: lo spessore del taglio incide sul momento in cui aggiungerete le zucchine alla cottura.
  3. Condire le zucchine con sale e pepe a piacimento.
  4. Iniziare a cucinare per un’ora e mezza solo brodo e riso
  5. A mezz’ora dalla fine, assaggiare ed eventualmente correggere di sale o aggiungere altro brodo, se al dente giusto aggiungere le zucchine e un filo d’olio al riso, mescolare e richiudere il coperchio.
  6. Gli ultimi 15-20 minuti aggiungere il merluzzo

I tempi di cottura possono variare dal pesce scelto e dal taglio delle verdure.. se è la prima volta sempre meglio assaggiare a più riprese. Una volta presa confidenza con questa cottura sarà possibile fare meno attenzione.

Zuppa di fagioli Mung

1h e 30 circa

Ingredienti

  • 30 gr mung
  • 50 gr basmati integrale
  • 1 cucchiaio di ghee (o olio di semi)
  • 1 cipolla piccola o scalogno
  • zenzero fresco a piacere
  • 1 spicchio d’aglio piccolo
  • ½ cucchiaino di curcuma in polvere
  • 500 ml di acqua o brodo
  • Pepe nero qb
  • sale

Procedimento:

  1. Mettete in ammollo i mung con il riso per almeno un’ora.
  2. In un pentolino scaldate il ghee e unitevi la cipolla tritata, le zenzero grattugiato e l’aglio schiacciato.
  3. Mescolate bene per qualche minuto dopodiché unite il riso e i fagioli ben sciacquati insieme alla curcuma.
  4. Coprite con l’acqua o brodo, portate a bollore e poi lasciate cuocere con coperchio, abbassando la fiamma per circa 30740 minuti o finché l’acqua sia evaporata ed il riso sia cotto. A cottura ultimata unite del pepe nero e olio evo a crudo, mescolate bene e servite.

Servite con dei crostini di pane di grano duro.

Ricetta di TwinCherry, zuppa di borlotti

Foto e ricetta di Daniela Squeo

ingredienti:

  • Sedano
  • Carote 
  • Cipolle
  • Batata 
  • Borlotti freschi
  • Acqua o brodo

Procedimento:

Sgranare i borlottise freschi, senno’ tenerli in ammollo il tempo necessario e cuocere in pentola a pressione. Una volta cotti utilizzarli nella pentola in coccio. Rosolare il cipollotto, le carote e il sedano in olio o ghee. Aggiungere nella pentola in terracotta le verdure rosolate, pezzettini piccoli di batata e i fagioli e aggiungere 3 dita sul fondo d’acqua. Coprire con coperchio e cuocere a fiamma bassa per un paio d’ore.

Gnocchi vegan

Ricetta completa sulla pagina di TwinCherry
Piatti genuini nelle pentole di terracotta

Lascia un commento