Come nascono le mie ceramiche: il lavoro dietro all’oggetto

Ciao a tutti! 

Oggi voglio raccontarvi e condividere con voi come nasce ogni mia ceramica.

Le mie ceramiche sono interamente create a mano, e questo le rende uniche e preziose.. ma quanti realmente sanno cosa c’è oltre la bellezza che possiamo vedere con i nostri occhi?

Creare un oggetto di ceramica a mano è un lavoro lungo e di pazienza, che può incontrare molti ostacoli e fallimenti per strada.

Infatti serve molto amore e molte coccole per rendere un oggetto così come lo si vede.

Adesso vi spiegherò brevemente come mai i tempi per la ceramica sono così lunghi.

Il percorso di creazione

La lunga lavorazione rende prezioso il prodotto handmade e fa si che le ceramiche artigianali non siano una alternativa al prodotto commerciale ma proprio un’altra cosa!

Fasi di lavorazione 

  • La prima parte consiste nella scelta del materiale, io lavoro sia terraglia (terracotta) sia gres. Di entrambe le tipologie esistono molti tipo di terre con diverse caratteristiche e per ciascuna di queste variano le tecniche di lavorazione e la modalità di cottura.
  • Poi inizia la fase della lavorazione che può essere a mano o con l’aiuto del tornio (lavorare al tornio è difficile, non come fanno credere nel film che tutti noi conosciamo di ghost). La lavorazione a mano ha diverse tecniche, e la lavorazione al tornio può essere completata da quella a mano.
  • Una volta modellato il pezzo bisogna aspettare una consistenza ideale (durezza cuoio) che può essere di un giorno come 3 in inverno se fa freddo e c’è umido, per fare le rifiniture a tornio o a mano e per attaccare manici a altri dettagli.
Durezza cuoio e dopo la seconda cottura
  • Finito l’oggetto si dovrà aspettare che asciugando perfettamente (possono servire per piccoli oggetti un paio di giorni se fa caldissimo fino ad un mese e mezzo/due per vasi molto grandi e in inverno. Mediamente aspetto 10-20 giorni di essiccazione.
  • Una volta asciutto l’oggetto (e possono andare storte molte cose già in questa fase) si possono fare i primi decori a crudo e procedere alla prima cottura che a seconda delle necessità sarà fatta a 1000’C o più. Dura tra cottura e raffreddamento anche 24h.
  • Una volta sfornato, se è andato tutto bene si procede a fare o rifinire i decori, smaltare o mettere la cristallina
  • Per completare l’oggetto o proseguire la lavorazione è necessaria una seconda cottura ugualmente lunga e a seconda dello smalto o del materiale la cottura può arrivare anche a 1300’C e durare 36 ore tra cottura e raffreddamento.
  • Dopo la seconda cottura (sempre che sia andato tutto bene.. perché anche in quest ultima fase le cose possono andare storte purtroppo e spesso non se ne sa neanche il motivo.. ricordo che là ceramica è un materiale vivo!) l’oggetto può essere pronto. In caso dell’oro, lo applico dopo la seconda cottura e procedo a cuocere per una terza volta.
lustro oro dopo la terza cottura (terzo fuoco)

Molto più di un oggetto

La terra durante tutte queste fasi elencate sopra, si trasforma in continuazione.

La terra si restringe e i colori cambiano. Per esempio il colore blu, a crudo appare di colore lilla. L’oro appare marrone.

Ci sono anche colori che cambiano meno rispetto agli esempi sopra descritti, però comunque cambiano

Come tecniche di decorazione e colorazione inoltre ne esistono tantissimi tipi e spesso non sono di facile applicazione.

Ogni fase va fatta con cura e attenzione, anche se nonostante l’esperienza spesso gli errori non mancano e quindi bisogna ricominciare dall’inizio.

Sono proprio gli imprevisti a rendere il ceramista ancora più caparbio e amante di ciò che fa.

Nel caso delle spedizioni il lavoro si complica: le ceramiche vanno imballate bene e ci sono le pratiche burocratiche da svolgere (oltre a tutte quelle che normalmente il lavoro di base impone).

Spero che tutto questo vi faccia capire quanto amore c’è dentro ogni mia ceramica e che non è semplicemente un oggetto.. ma molto molto di più!

close
nuovo-logo-ilfioredargilla

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER RICEVERE TUTTE LE NOVITA'!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

4 commenti su “Come nascono le mie ceramiche: il lavoro dietro all’oggetto”

  1. Hai un dono nelle mani,SEI bravissima,OGNI tua creazione è un opera D’ arte e le persone che COMPRANO,comprano sacrificio,PAZIENZA,AMORE e CREATIVITÀ complimenti e grazie ♥️

    Rispondi

Lascia un commento