Arance essiccate: idee per un Natale al profumo d’arancia

Fettine di arancia impacchettate come fossero biscotti

Ciao a tutti!

Ci stiamo avvicinando al Natale e vorrei raccogliere qui alcune idee semplici per decorare e profumare la nostra casa con uno dei frutti più caratteristici di questa stagione: le arance.

Una delle mie grandi passioni è l’essiccazione, dai fiori alla frutta, dagli incensi alle decorazioni, con questa tecnica dolce e antica si ottengono sempre ottimi risultati.

Io uso un essiccatore di Tauro Essiccatori, ma anche con metodi più semplici si possono fare tante cose. Si può essiccare al sole in estate e sui termosifoni in inverno.

Essiccare le arance con un essiccatore sarà più veloce ma non sarà per forza necessario per sperimentare le idee che vi sto per illustrare.

Ho raccolto alcuni dei miei lavori fatti a casa e alcuni lavori bellissimi e utilissimi dal web che ho provato via via nel tempo. Sperando che possano esservi utili e d’ispirazione come lo sono stati per me

Cominciamo da come essiccare le arance 

Come essiccare le arance:

  1. Con essiccatore impostarlo a 60 grandi e aspettare il tempo necessario, anche alcuni giorni se le fette non saranno proprio sottili tipo queste in foto.
Disporre le arance nei cestelli dell’essiccatore, più saranno fini, meno tempo servirà ad essiccarle

2. Sui termosifoni: Le fette di arancia si possono anche fare essiccare, ponendole ad asciugare sui termosifoni di casa sopra a della carta assorbente o ad un canovaccio pulito, oppure facendo ben assorbire il succo tramite della carta assorbente prima di riporli sui termosifoni. Andranno rigirate ogni tanto. Con questa tecnica si può impiegare anche più di una settimana, dipende molto da quanto sta accesso il riscaldamento di casa vostra.

3. Si può anche in forno, ma lo sconsiglio per il consumo di elettricità e comunque non è facilissimo trovare la giusta temperatura. Se vuoi provare imposta il forno a 80-100 gradi ventilato  per diverse ore, girando di tanto in tanto.

Le arance saranno essiccate appena smetteranno di essere appiccicose.

Se siete in dubbio se siano essiccate o meno meglio lasciarle più tempo, tanto una volta che saranno secche non potranno diventarlo ancora di più.

Idee Natalizie

  1. Polvere per aromatizzare i dolci
  2. the di Natale 
  3. Cialda di arancia antispreco (necessario essiccatire)
  4. Decorazioni di Natale: candele, per l’albero, chiudi pacco, ghirlande 

1. Polvere per aromatizzare i dolci

Per tutti gli amanti della cucina, potete autoprodurvi delle scorzette, più o meno fini, per aromatizzare le vostre ricette. Basterà essiccare le arance e poi frullarle finemente. Una volta ridotte in polvere rimettere sui termosifoni o in essiccatore per essiccare ulteriormente (per sicurezza) prima di riporre in un barattolo a chiusura ermetica (altrimenti potrebbero riprendere umidità). Si conservano davvero a lungo. Stesso procedimento anche con i limoni

Polvere di arancia essiccata per aromtizzare con sopra una fetta di arancia

2. Ricetta per un tè di Natale: a cura di Lisa Casali.

Per fare un regalino speciale preparato con le proprie mani, con quella cura che rende gradito anche il più piccolo pensiero! Lisa Casali, esperta di riciclo e ecocucina, ha pensato di aiutarci con un piccolo, quanto prezioso suggerimento. Perché non essiccare delle bucce molto aromatiche e comporre così dei preparati per infusi? 

Ecco come rendere prezioso e unico un mix per infusioni:

Scorzette in essiccatore pronte ad essere essiccate.
Queste sono ricavate dalla buccia che sarebbe stata butatta dopo aver mangiato il frutto

Aggiungete ad esempio fettine di zenzero essiccate per un Tè che protegge dal raffreddore, o peperoncino per un effetto potenziato o radice di curcuma essiccata per un effetto protettivo e benefico. 

Ingredienti (per 10 confezioni regalo di Tè di Natale)

  • 150 gr. di Tè nero o kukicha biologico 
  • La scorza di 1kg di arance
  • La buccia di 10 mandarini (opzionale)
  • La buccia di 1kg di mele 10 anici stellati
  • 5 pezzetti di cannella

Preparazione

Sbucciate circa 5 arance, 10 mandarini, 1 kg di mele, tagliate le bucce a julienne e disponetele nell’essiccatore o termosifone.

In un’altra gratella essiccate anche le foglie di maggiorana fresca. Essiccate a 40° per 4 ore circa in essiccatore o il doppio su un termosifone.

Mescolate quindi il nero o kukicha con le bucce essiccate, la maggiorana, l’anice stellato, la cannella. Suddividete in bustine trasparenti o vasetti di vetro, decorate con nastri, etichette e biglietti colorati.

Come istruzioni per l’uso indicate di mettere un cucchiaio di mix per ogni tazza, lasciate in infusione in acqua bollente per 5 minuti, quindi filtrate.

Per la ricetta competa andate sul sito di essiccare.com, dove prendo quasi tutte le ricette che faccio in essiccatore

3. La Cucina del Riciclo: dalla Spremuta alla Cialda di Arancia

Ricetta realizzata da Lisa Casali nel suo blog meraviglioso. Per vederlo click qui.

Ingredienti:

Quello che resta della polpa dopo aver spremuto le arance

Procedimento:

Dopo esservi preparati una bella spremuta agli agrumi (vanno bene tutti, dall’arancia al pompelmo passando per i mandarini o, perché no, anche un bel mix di tutti questi frutti insieme) raccogliete la polpa rimasta nello spremiagrumi su un foglio di carta da forno o sui fogli antiaderenti DrySilk.

A seconda del gradi di liquidità del prodotto, cercate di disporla in uno strato il più possibile omogeneo, da non lasciare buchi.

A questo punto disponete i vostri fogli di carta forno ad essiccare. 

Impostate la temperatura a 40° (il programma P3 Biocrudista sarà perfetto) e fate essiccare per 2 ore circa. Mantenendo una temperatura cosi bassa si potrà ritenere questa una ricetta crudista.

Quando la polpa si sarà completamente seccata, staccate la cialda con delicatezza e conservatela sottovuoto o in contenitore a tenuta ermetica a temperatura ambiente e al buio.

La ricetta, se lo desiderate, viene benissimo anche a partire dalle arance intere: sbucciatele e frullatele nel mixer prima di procedere a stendere la polpa sul vostro foglio antiaderente.

Potete poi gustare le cialde al naturale, come fosse una chips di arance, oppure utilizzarla per variare i vostri piatti e stupire gli invitati:

sbriciolatela su antipasti, primi e secondi per dare un tocco agrumato e inaspettatamente croccante

Foto di Lisa Casali: crepes di polpa d’arancia

arrotolatela su se stessa a formare un piccolo cono, e guarnitela con una mousse alla frutta, con crema o ricotta per trasformarla in una dolcetto, ma anche con olive nere e cipolla a fette sottili, olio sale e pepe quanto basta, per un’insalata siciliana ad effetto! o aggiungetene un pezzetto in infusione in una tazza di tè o tisana per arricchirne il gusto.

4. Decorazioni di Natale

Oltre alle fette di arance potete fare splendide decorazioni anche con la buccia, perciò dooo aver mangiato un arancio non buttatela mai via! Usatela piuttosto per sbizzarrire la vostra fantasia.

Potete realizzare:

Decorazioni per l’albero e come chiudi pacco, per rendere i vostri pacchetti profumati e originali

Idee semplici fai da te per decorazioni a base di arance


Ghirlande di Natale 

Cn le arance essiccate potete dare un tocco di colore alle vostre ghirlande green

Per altre meraviglie come questa andate su: https://www.romantichomes.com/

Festoni da attaccare al termosifone per profumare la vostra casa. Potete creare una composizione come in questa foto, oppure semplicemente ritagliare delle stelline con una formina per biscotti dalla buccia dell’arancia, per poi legarle tutte insieme con uno spago prima di metterle ad essiccare sui termosifoni. La vostra casa si riempirà di un buonissimo profumo!

Per decorare le candele

Usate le scorze di arancio o proprio la fetta per decorare meravigliose candele naturali. Per sapere come creare delle candele naturali andate a vedere l’articolo precedente sul questo sito o click qui. Per vedere altri esempi di candele potete guardare tra i miei lavori nell’apposita galleria.

candele naturali
Candela di Ecosoya, arancia, cannella e sambuco

Lascia un commento